• +39 0535 26090

  • info@europrogress.it

Blog Detail

Fragole fuori suolo
6 Settembre 2021

Coltivazione di fragole fuori suolo in Slovenia

Il motore in un percorso di crescita è sicuramente l’innovazione. Questo aspetto ci contraddistingue e ancora oggi ci accompagna ed ispira nella realizzazione dei progetti con i nostri clienti. Oggi più che mai ci troviamo a combattere temi risaputi come la desertificazione dei terreni ed impoverimento del suolo coltivabile a favore dello sviluppo dei centri urbani.  In risposta a queste problematiche, i sistemi di coltivazioni sono mutati, puntando alla diversificazione della produzione e ad una gestione ottimizzata ed efficiente dei fattori produttivi. La coltivazione fuori suolo in questo ha un ruolo cruciale.

Il fuori suolo con sistema Up & Down

Applicata ad un ambiente chiuso come quello della serra, la coltivazione di piante senza suolo si sostituisce ai sistemi di coltivazione tradizionale, grazie all’ausilio di canaline, le quali possono essere di tipo fisso, oppure mobile, come nel caso del sistema Up & Down. Gli agricoltori e imprenditori sloveni Ales Kovacec e Kristjan Lovrec hanno saputo sfruttare i vantaggi di quest’ultimo sistema.

Le caratteristiche tecniche della struttura

L’impianto dei clienti Lovrec-Kovacec si sviluppa su circa 6.000 mq di superficie ed è destinato alla coltivazione di circa 120.000 piantine di fragole fuori suolo. Il sistema serra che è stato realizzato prevede 5 navate modello MULTIART lunghe 150,00 mt con archi di diametro 76 mm. La ventilazione è fornita da 5 aperture al colmo e dalle finestrature perimetrali automatiche. Adiacente all’impianto è presente una zona tecnica contenente il sistema di fertirrigazione. All’interno delle serre sono presenti canaline mobili dove sono inseriti materiali di substrato artificiale che favoriscono la crescita delle piantine e l’areazione delle radici.

I vantaggi dell’impianto

L’impianto, nel suo complesso, si può definire sostenibile ed alta densità produttiva (doppio delle piante per m2 ) poiché se collegato ad un impianto di fertirrigazione permette di dosare l’acqua e ridurne lo spreco; inoltre il dosaggio delle sostanze nutritive consente un’omogenea distribuzione in rapporto al fabbisogno reale delle fragole fuori suolo.

La regolazione automatica delle canaline tramite l’alternanza di movimenti di alzamento e abbassamento, agevola in maniera significativa le attività svolte dall’operatore quali la messa in opera della coltura, la raccolta e la pulizia delle piantine da erbacce e fiori, rendendo così il lavoro più comodo e con più spazio a disposizione.

GUARDA TUTTE LE FOTO DEL PROGETTO NELLA GALLERY!